Archivio

Archive for the ‘Windows 7’ Category

Cambiare il provider di ricerca di Internet Explorer 9

Internet Explorer 9, come tutte le versioni precedenti, implementa in alto a destra un box di “Bing” (il motore di ricerca di casa Microsoft) che ti permette di poter fare le tue ricerche direttamente da li, senza collegarti necessariamente al suo sito web. E’ possibile, tuttavia, modificare questo box, mettendo un motore di ricerca diverso da Bing quali Google, Yahoo oppure enciclopedie online come Wikipedia. Quest’operazione è molto semplice.

Apri Internet Explorer 9 e, nella barra dei menù, clicca su “Strumenti” e poi su “Gestione Componenti Aggiuntivi“: ti apparirà la seguente schermata.

Clicca in successione su “Provider di Ricerca” e poi in basso su “Trova altri Provider di ricerca…” e ti si aprirà una pagina internet dove verranno visualizzati i provider disponibili. Scegli tra quelli presenti quello che vuoi integrare al tuo browser e clicca sul pulsante giallo “Aggiungi a Internet Explorer“.

Una volta che hai cliccato sul provider scelto, ti si aprirà un popup dove dovrai spuntare la voce “Imposta come provider di ricerca predefinito” e cliccare, infine, su “Aggiungi“. Bene a questo punto dovrebbe spuntarti, in alto a destra, il box del provider che hai scelto.

 

Annunci

Aggiungere il comando Rete al menù d’avvio di Windows 7

Se sul tuo computer è installato l’ultimo sistema operativo di Microsoft, ossia Windows 7, è possibile che nel menù d’avvio non sia presente il comando “Rete“; questo comando, tuttavia, può essere abilitato rapidamente e semplicemente.

Iniziamo con l’aprire il menù d’avvio di Windows 7 e clicchiamo col tasto destro del mouse in un punto qualsiasi del menù; ti apparirà la scritta “Proprietà“, su cui dovrai cliccare (col tasto sinistro) per modificare le impostazioni del menù stesso.

Dopo aver cliccato su proprietà, si aprirà una prima finestra dove dovrai cliccare su “Personalizza…“; verrà aperta una nuova schermata dove potremo selezionare i comandi che vogliamo spuntino sul menù d’avvio di Windows 7.  Scendi fino ad individuare il comando “Rete” e clicca sulla casella accanto per mettere  la spunta; fatto questo clicca per due volte su “Ok” per chiudere le due finestre aperte.

Adesso puoi aprire il menù d’avvio di Windows 7 e potrai constatare come ora sia disponibile il comando “Rete“, come nell’immagine qui sotto.

Aggiungere il comando Esegui al menù d’avvio di Windows 7

Se sul tuo computer è installato l’ultimo sistema operativo di Microsoft, ossia Windows 7, è possibile che nel menù d’avvio non sia presente il comando “Esegui“; questo comando è molto importante come, ad esempio, quando dobbiamo andare a modificare le chiavi di registro del sistema. L’abilitazione è, tuttavia, molto semplice e veloce.

Iniziamo con l’aprire il menù d’avvio di Windows 7 e clicchiamo col tasto destro del mouse in un punto qualsiasi del menù; ti apparirà la scritta “Proprietà“, su cui dovrai cliccare (col tasto sinistro) per modificare le impostazioni del menù stesso.

Dopo aver cliccato su proprietà, si aprirà una prima finestra dove dovrai cliccare su “Personalizza…“; verrà aperta una nuova schermata dove potremo selezionare i comandi che vogliamo spuntino sul menù d’avvio di Windows 7.  Scendi fino ad individuare il comando “Esegui” e clicca sulla casella accanto per mettere  la spunta; fatto questo clicca per due volte su “Ok” per chiudere le due finestre aperte.

Adesso puoi aprire il menù d’avvio di Windows 7 e potrai constatare come ora sia disponibile il comando “Esegui“, come nell’immagine qui sotto.

 

Cambiare lo sfondo a Windows Media Player 12 di Windows 7

Se sei un possessore dell’ultimo sistema operativo di casa Microsoft devi sapere che c’è la possibilità, tramite modifica del registro di configurazione, di cambiare lo sfondo di Windows Media Player 12.  Quest’operazione viene fatta direttamente tramite Windows 7, senza installare nessun programma: vediamo un pò come fare.

Per prima cosa apriamo il menù Start e clicchiamo su “Esegui“: se non è presente significa che questa funzione non è ancora attiva. Per attivarla ti rimando a questo articolo, in cui è spiegato in maniera molto semplice come fare.

Una volta cliccato su “Esegui” ti si aprirà una finestra, dove dovrai digitare il comando “regedit“; se il controllo utente del computer ti chiederà conferma per apportare la modifica al registro di sistema clicca su “SI“. A questo punto ti si aprirà la finestra di comando dove, a sinistra, dovrai cliccare su HKEY_CURRENT_USER, poi su Software-> Microsoft->MediaPlayer->Preferences.

Bene adesso individua il valore denominato “LibraryBackgroundImage” e fai doppio click su di esso per aprire la finestra di modifica. Per cambiare lo sfondo di Windows Media Player dovrai cambiare il numero presente nel campo “Dati Valore“; dovrai quindi scegliere un numero da 1 a 6 (il 6 è lo sfondo di default) e cliccare infine su “OK” per apportare la modifica.

Bene adesso avvia Windows Media Player e goditi i risultati della tua modifica. In basso allego alcuni screenshoot.

Rilasciato Internet Explorer 9: ecco il link per il download gratuito

Dopo essere stato il software non definitivo più scaricato di sempre (40 milioni di download della versione beta), finalmente è arrivato il momento che molti aspettavano: da oggi è disponibile per il download la versione definitiva di Internet Explore 9. La presentazione ufficiale è stato fatta al South by Southwest Interactive Festival, dove sono state svelati i punti forti di questa versione del browser internet. Ecco alcune novità di Internet Explore 9 :

1) implementa un nuovo motore Javascript che rende molto più veloce caricare i normali siti web rispetto alle precedenti versioni e, a dire di Microsoft, rispetto ai suoi diretti concorrenti;

2) implementa un sistema di download che permette di tenere sotto controllo i file che si scaricano ed individuare eventuali virus o elementi infetti;

3) implementa il nuovo standard HTML5;

4) possibilità di impostare il livello di privacy, attraverso la creazione di un elenco in cui inserire dei siti web a cui non vuoi che vengano inviate informazioni riguardo la tua attività online;

5) possibilità di navigare in una modalità privata;

6) possibilità di accedere ai tuoi siti web preferiti, direttamente dalla barra delle applicazioni di Windows, senza dove avviare il browser internet: sarà, infatti, possibile aggiungere i siti preferiti direttamente alla barra di Windows.

 

Si può notare come il team Microsoft abbia concentrato l’attenzione, giustamente, sulla sicurezza e la privacy dell’utente finale; queste, comunque, sono solo alcune delle migliorie che sono state apportate ad Internet Explorer 9 mentre per l’elenco completo ti rimando a questa pagina del sito Microsoft. Internet Explorer 9 è stato rilasciato in 40 lingue e sarà disponibile solo per i sistemi operativi Windows Vista e Windows 7 e Windows Server 2008.  Per effettuare il download gratuito visita questa pagina, scegli la versione adatta al tuo sistema operativo e clicca su Download.

 E tu cosa ne pensi di Internet Explorer 9?

Masterizzare un file ISO con Windows 7

Esistono sul web numerosi programmi, da scaricare gratuitamente, che permettono di masterizzare immagini ISO. Per chi non lo sapesse, le ISO sono file che contengono tutti i dati presenti all’interno di un CD o DVD da cui sono state create; attraverso software di emulazione è possibile caricarli nell’hard disk e simulare la presenza del cd nel computer senza che lo stesso sia presente. Tuttavia le ISO possono anche essere masterizzate su supporti fisici per creare nuovamente cd o dvd che magari abbiamo perso o si sono danneggiati.

Se sul tuo computer è installato l’ultimo sistema operativo di casa Microsoft, ossia Windows 7, sappi che questo da la possibilità di masterizzare direttamente delle immagini ISO, senza dover installare alcun programma. L’operazione è molto semplice e veloce: passiamo a vedere come si fa.

Per prima cosa inserisci nel tuo masterizzatore un supporto fisico (cd o dvd) nel quale andrai a copiare la tua ISO; la scelta tra cd o dvd varia in base alla grandezza totale del file. Successivamente apri la cartella del tuo computer dove hai salvato l’immagine ISO da masterizzare e clicca col tasto destro del mouse sul file; dal menù a tendina scegli “Apri con” e poi “Masterizzatore immagini disco di Windows“.

Ti si aprirà una finestra, dove dovrai scegliere l’unità ottica da utilizzare e, subito dopo, spuntare la casella “Verifica il disco dopo la masterizzazione“; quest’ultima opzione è molto utile soprattutto per file  molto importanti in quanto permette di verificare che i dati siano stati copiati sul supporto in maniera corretta. Clicca, infine, sul tasto “Masterizza” ed avvia il processo.

In base alla grandezza del file la durata della masterizzazione sarà più o meno lunga; in ogni modo nella schermata principale potrai osservare lo stato di avanzamento del processo. Una volta termitato, Windows 7 verificherà i dati appena scritti; completata pure questa fase potrai scegliere se masterizzare un altro supporto o chiudere il tool.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: